HANNO UCCISO I DIRITTI CIVILI

La pace montiana tra Pdl e Pd ha cancellato i temi etici dalla politica: biotestamento, fecondazione assistita, unioni di fatto e diritti dei gay. Una grande anestesia che ci priva di libertà fondamentali. E il Vaticano ringrazia.

 

Le parole di ieri ormai sono tabù, vietato pronunziarle. Chi ancora si ricorda, per esempio, delle crociate sul testamento biologico, sui DiCo, sulla fecondazione assistita? Eppure fino a qualche mese fa i temi etici venivano issati al centro della nostra scena pubblica. Anzi: sull’obbligo d’alimentazione e idratazione artificiale (ddl Calabrò) sembrava che dovesse cascare il mondo. Ora sono sommersi come il relitto della Concordia. Se apparisse una nuova Eluana Englaro, non otterrebbe più di due righe in cronaca.

Miracoli di questa stagione di concordia nazionale, dove angeli e demoni cantano nella stessa maggioranza in Parlamento. E allora basta con le occasioni di conflitto, di lacerazione. Ma l’unità politica non può consumarsi nascondendo sotto un pozzo la politica. E la politica non può chiudere gli occhi sulle troppe libertà negate agli italiani. Tanto meno dovrebbe farlo un governo liberale, come quello presieduto da Monti. Né a maggior ragione quando l’Europa diventa la stella polare del governo. Perché l’Italia deve correggere uno spread negativo sui diritti, non solo sui titoli di Stato.

 

Articolo completo | QUI

Fonte | espresso.repubblica.it.