MATRIMONI GAY IN INGHILTERRA CON RITO CIVILE

Approvato il disegno di legge che prevede i matrimoni gay in Inghilterra con rito civile. Il ministro della cultura Maria Miller promette la trasformazione in legge all’inizio del 2013.

Un passo avanti per i diritti LGBT in Europa. Dopo la Francia anche l’Inghilterra dice sì ai matrimoni gay con rito civile, anche se resta il divieto alla Chiesa d’Inghilterra e del Galles di condurre le cerimonie.

Il ministro della cultura Maria Miller ha annunciato alla Camera dei Comuni il progetto affermando che, all’inizio dell’anno prossimo, verrà trasformata in legge. Il testo permette il matrimonio alle coppie omosessuali ma considera illegali le unioni nella Chiesa anglicana. Per quanto concerne le altre religioni, la proposta di legge lascerà libera scelta di celebrare o meno i matrimoni gay.

Il primo ministro David Cameron avrebbe voluto estendere l’opzione del matrimonio omosessuale a tutte le religioni ma la Miller si è vista costretta a vietarli per gli anglicani, per non creare scontri tra i parroci a favore e i loro superiori contrari. “Voglio affermare con chiarezza che nessuna organizzazione religiosa verrà mai forzata a celebrare matrimoni per coppie dello stesso sesso e che non introdurrei mai una legge che lo permettesse“, ha dichiarato la Miller promettendo “quattro barriere di sicurezza” per proteggere la libertà religiosa.

La piena libertà alle istituzioni religiose e, soprattutto, una tutela nei confronti di chi non ammette tale opzione. Un emendamento della legge sull’uguaglianza, infatti, garantirà che non vengano portate in tribunale per discriminazione le organizzazioni religiose contrarie al matrimonio gay. Infine verrà anche mantenuta la legge canonica della fede anglicana che vieta le nozze tra le persone dello stesso sesso.

Articolo completo | QUI

Fonte | gay.tv