Educare alle Differenze IV Edizione – Il 23 e 24 settembre a Roma

 

Torna a settembre, per il quarto anno consecutivo, il meeting nazionale di Educare alle differenze, la due giorni promossa da S.CO.S.S.E., Stonewall e Il Progetto Alice e da oltre 250 associazioni del territorio nazionale, con la partecipazione di centinaia di insegnanti, educatrici e educatori, professionisti/e dell’educazione e genitori. Un’iniziativa dedicata alle differenze come risorsa e opportunità per tutt*, nata dal basso e autofinanziata per sostenere la scuola pubblica, per valorizzare i progetti di prevenzione della violenza maschile contro le donne e dei bullismi, per diffondere buone pratiche d’inclusione e accoglienza, per potenziare le metodologie educative non frontali, l’educazione sentimentale, alle relazioni tra i generi e la lotta all’omofobia, al pregiudizio culturale e a ogni altro tipo di discriminazione.

Obiettivo di Educare alle differenze è promuovere un network di scambio di buone pratiche e autoformazione, un processo costante di contaminazione e di confronto tra insegnanti, associazioni e genitori di tutta Italia.

L’edizione di quest’anno sarà dedicata al rapporto tra scuola e famiglie. Posto sotto i riflettori da una luce distorta – quella della vulgata oscurantista anti-gender – oppure svuotato di spazi reali di confronto e condivisione il rapporto tra queste due agenzie educative vive da molto tempo una stagione di difficoltà. Il progressivo processo di de-legittimazione del corpo docente si sente anche nel rapporto con le famiglie che spesso non riconoscono l’autonomia e l’autorevolezza degli e delle insegnanti, percepiscono una sensazione di esclusione e rivendicano intromissioni sempre più forti specie per quanto attiene alle tematiche legate all’identità di genere, alle emozioni, alla sessualità.

Dalla ricostruzione di questo rapporto, oggi destituito di senso anche negli organi collegiali sempre più svuotati, può aprirsi una nuova stagione di rinascita della scuola, della sua democraticità e della sua potenzialità trasformativa. Occorre partire dalla costruzione sia di strumenti concreti sia di un discorso pubblico che superi la sfiducia attraverso un coinvolgimento fondato prima di tutto sul rispetto delle competenze e dei differenti ruoli educativi di tutti i soggetti.

Educare alle Differenze 2017, i temi di questa edizione
Nella quarta edizione di Educare alle differenze, il rapporto scuola-famiglie sarà la cartina di tornasole per affrontare attraverso tre lenti di approfondimento – definite dagli hashtag #futuro, #inclusione, #comunicazione – i nodi problematici di questo rapporto, le risorse che si possono mettere in campo, le trasformazioni necessarie a rendere l’istituzione scolastica sia lo spazio della costruzione di un’autentica democrazia, luogo di inclusione, confronto e accoglienza, e non strumento privato o mero servizio alla famiglia.

Le tre sessioni tematiche lavoreranno in parallelo e svilupperanno in laboratori, tavoli di lavoro e approfondimenti dedicati alle diverse fasce d’età. Workshop e contenuti specifici sono in fase di costruzione e verranno comunicati al più presto.

#futuro
Costruire spazi formativi e di approfondimento per fare dell’educazione alle differenze una pratica educativa trasversale. Agire affinché la scuola sia il luogo di effettiva realizzazione di progetti e competenze complessivi, di cura delle relazioni e decostruzione di stereotipi e discriminazioni. Operare perché la prospettiva di genere divenga parte di un approccio condiviso e collegiale, sin dai primi ordini.

#inclusione
Valorizzare le differenze a scuola significa prevenire ogni tipo di discriminazione e di violenza, a cominciare da quella maschile contro le donne, all’omofobia, alla transfobia, ai bullismi e alle disabilità. Il focus sull’inclusione metterà in comune buone pratiche sull’intercultura, sull’educazione sentimentale, su come si opera la decostruzione del sistema di potere e relazioni basato sulla disparità tra i generi.

#comunicazione
Condividere strategie di comunicazione sia in termini positivi di costruzione di lessici comuni sia per la gestione di conflitti e/o delegittimazioni alla luce dei continui attacchi degli ultimi anni sulle questioni di genere. Elaborare strumenti per il coinvolgimento delle famiglie, di condivisione di presupposti e metodi tra le due agenzie educative, di ridefinizione dei ruoli e degli ambiti di intervento di famiglie e scuola.

Come sempre l’ingresso è libero e anche quest’anno totalmente gratuito ed è auto-finanziato dai contributi di tutte le associazioni co-promotrici. Per partecipare bisogna iscriversi attraverso il modulo online che sarà attivo da luglio.

Educare alle Differenze 4, i banchetti
Nel corso della due giorni è possibile allestire mostre e banchetti di associazioni. Ci saranno spazi libreria e attività per i più piccoli e le più piccole. Se volete portare il banchetto della vostra associazione o proporre una mostra o un progetto, scriveteci a scuoladifferente2014@gmail.com

QUI | il PROGRAMMA DETTAGLIATO

QUI | la SCHEDA D’ISCRIZIONE da compilare on line

Tutte le info e i dettagli su www.scosse.org