Fuori Menù – A Siracusa, la rassegna di cinema GLBTQ per tutte e tutti! Ecco il calendario 2019

 

A Siracusa, da venerdì 1°FEBBRAIO 2019, alle ore 20,00 e per due venerdì al mese, presso la sala Arci Siracusa di piazza Santa Lucia, 20, prenderà il via l’VIII edizione di “Fuori Menù”.
Fuori Menù è la rassegna di cinema Gay Lesbico Bisex Trans, ideata e promossa dall’associazione d’iniziativa GLBT Stonewall GLBT Siracusa nel 2012 che, attraverso una selezione di pellicole d’autore, continua a parlare d’amore, sessualità, identità di genere, orientamento sessuale, diritti negati, omogenitorialità, AIDS, omofobia e transfobia e non solo

Questo, l’elenco dei film in programma:

01 FEBBRAIO –   PUOI BACIARE LO SPOSO     

Genere: Commedia

Regia: Alessandro Genovesi

Interpreti: Diego Abatantuono, Monica Guerritore, Salvatore Esposito, Beatrice Arnera, Dino Abbrescia, Diana Del Bufalo, Cristiano Caccamo, Antonio Catania, Rosaria D’Urso, Enzo Miccio

Anno: 2018

TRAMA

“La storia di due futuri sposi che devono difendere il proprio amore dai pregiudizi

Antonio (Cristiano Caccamo) ha finalmente trovato l’amore della sua vita, Paolo (Salvatore Esposito), con il quale convive felicemente a Berlino. Nell’entusiasmo di una tenera dichiarazione d’amore, Antonio chiede a Paolo di sposarlo ma ora viene il momento di affrontare le due famiglie. Decidono quindi di partire insieme per l’Italia, destinazione Civita di Bagnoregio, dove vivono i genitori di Antonio: la madre Anna (Monica Guerritore) e il padre Roberto (Diego Abatantuono), Sindaco progressista del paese che ha fatto dell’accoglienza e dell’integrazione i punti di forza della sua politica. Ai due innamorati si uniscono, per un viaggio pieno di rivelazioni e sorprese, la loro bizzarra amica Benedetta (Diana Del Bufalo) e il nuovo stressato coinquilino Donato (Dino Abbrescia). Anna accetta subito l’intenzione del figlio di unirsi civilmente a Paolo a patto che vengano rispettate tutte le tradizioni e alcune condizioni: alle nozze dovrà partecipare la futura suocera, bisognerà invitare tutto il paese, dell’organizzazione se ne dovrà occupare Enzo Miccio, wedding planner per eccellenza e i ragazzi dovranno essere uniti in matrimonio dal marito, con tanto di fascia tricolore. La madre di Paolo, Vincenza (Rosaria D’Urso), parteciperà alle nozze? Ma soprattutto, Roberto sosterrà la scelta di suo figlio?”

08 FEBBRAIO – UNA DONNA FANTASTICA      

Genere: Drammatico

Regia: Sebastian Lelio

Interpreti: Daniela Vega, Francisco Reyes, Luis Gnecco, Aline Küppenheim, Amparo Noguera

Anno: 2017

TRAMA

Marina è una giovane donna legata sentimentalmente ad un uomo più grande di lei di 20 anni. La sua vita riceve una duro colpo, il giorno in cui il suo amato Orlando ha un malore improvviso e muore nell’ospedale nel quale lei stessa lo ha portato, nel disperato tentativo di salvarlo.
Purtroppo Marina oltre ad elaborare il lutto per la morte del compagno, deve affrontare l’ostilità dell’ex moglie di Orlando, la quale pretende che lei non partecipi ai funerali perché è una transgender.
Riuscirà Marina a combattere con coraggio per difendere la propria identità ed i propri sentimenti?

08 MARZO – VIOLETTE  

Genere: Drammatico

Regia: Martin Provost

Interpreti: Emmanuelle Devos, Sandrine Kiberlain, Olivier Gourmet, Catherine Hiegel, Jacques Bonnaffé

Anno: 2013

TRAMA

“Il film copre un arco temporale che va dalla guerra (quando Violette Leuduc viveva assieme al presunto marito, lo scrittore omosessuale Maurice Sachs) agli anni Sessanta, al tempo dell’amicizia tra lei e Simone de Beauvoir, dell’emergente questione femminista e delle lotte combattute dal “secondo sesso”. La Beauvoir farà pubblicare il suo romanzo “L’asfissia”ma non servirà a trarre dall’oscurità la neo-scrittrice, che cade in una depressione esaltata dal fatto che, mentre lei è innamorata dell’altra, Simone non intende superare i confini dell’amicizia. Il film percorre le altre relazioni di Violette – con la madre adorata e detestata, con amici perlopiù omosessuali, con amanti di entrambi i sessi – senza che la pena alla solitudine e alla (auto) esclusione le sia condonata. Compaiono nel film personaggi della storia letteraria del Novecento, Jean Genet (Jean-Paul Sartre, è solo nominato) o il profumiere- mecenate Jacques Guérin, interpretato dal bravo Olivier Gourmet. Più tardi, sempre col sostegno di Beauvoir, Leduc può pubblicare il suo “La bastarda” (la scrittrice soffriva per essere una illegittima), dove racconta vicende molto intime della propria vita.”

22 MARZO – CHIAMAMI COL TUO NOME

Genere: Drammatico

Regia: Luca Guadagnino

Interpreti: Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg, Amira Casar, Esther Garrel

Anno: 2017

TRAMA

«Una potente storia d’amore erotica e sentimentale» – Los Angeles Times

«Un dono raro che porta il regista nel ghota dei grandi maestri della sensualità» – Variety

“L’opera di Guadagnino racconta la relazione appassionata tra un diciassettenne e un giovane universitario

Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo. Un giorno li raggiunge Oliver, uno studente ventiquattrenne che sta lavorando al dottorato con il padre di Elio, docente universitario. Elio viene immediatamente attratto da questa presenza che si trasformerà in un rapporto che cambierà profondamente la vita del ragazzo.”

5 APRILE – GIRL                        

Genere: Drammatico

Regista: Lukas Dhont

Interpreti: Victor Polster, Arieh Worthalter, Oliver Bodart

Anno: 2018

TRAMA

“Storia senza drammi di un ragazzo deciso a trasformare la propria identità. Diventare donna e diventare una ballerina classica. Questi le due ambizioni di Lara, che però è nata Victor e per realizzare i suoi sogni deve superare ostacoli che non dipendono solo dalla sua volontà. Opera prima di un regista ventisettenne (ma quando ha iniziato a lavorare al film, grazie alla Cinéfondation del Festival di Cannes, ne aveva venticinque), Girl del belga Lukas Dhont ha la forza e la purezza di un’ossessione, di una passione che vuole andare diritta al suo scopo senza perdersi per altre strade. Un amore assoluto, che altrove avrebbe preso la forma di un melodramma straziante e che invece qui viene depurato di tutti i possibili «accidenti» (a volte il film avanza con l’ineluttabilità di un ragionamento filosofico, con l’implacabilità di un teorema di matematica) e lascia lo spettatore solo e senza difese di fronte a questa inedita «magnifica ossessione”.

3 MAGGIO – ANY DAY NOW 

Genere: Drammatico

Regia: Travis Fine

Interpreti: Alan Cumming, Garret Dillahunt, Isaac Leyva, Frances Fisher, Gregg Henry, Jamie Anne Allman

Anno: 2012

TRAMA

“Ambientato a Los Angeles negli anni ’70, il film, basato su una storia vera, è una coinvolgente storia che affronta il tema delle adozioni gay, ancora così attuale oggi, ma 40 anni fa sicuramente dirompente. Quando un adolescente con la sindrome di Down viene abbandonato dalla madre, una coppia gay lo prende con sé, diventando la famiglia amorevole che non ha mai avuto. Ma quando la loro situazione “non convenzionale” viene scoperta dalle autorità, i due uomini sono costretti a combattere un sistema giuridico antiquato per salvare la vita del bambino che hanno imparato ad amare come un figlio“

Fonte | Cinemagay.it

Vi aspettiamo!

Per altre  info e dettagli
– continuate a seguire la fan page ufficiale dedicata alla rassegna Fuori Menù.
– continuate a seguire sito dell’associazione d’iniziativa Gay Lesbica Bisex Trans STONEWALL
– chiamate il 339 725  0219 o il 329 872 1212