E CASSANO FU MULTATO PER OMOFOBIA

Se io fossi un giocatore di calcio, molto famoso e amato dal pubblico, e dicessi le seguenti parole: «Ci sono negri in nazionale? Se penso quello che dico sai che cosa viene fuori… sono negri, problemi loro, mi auguro che non ci siano veramente in nazionale» come mi avreste considerato?

Sostituite la parola “negri” a “giudei”. Vi piacerebbe la frase in questione, così cambiata?

Adesso facciamo un ulteriore esercizio di immaginazione: sostituite ancora la parola incriminata con “froci”. E avrete la dichiarazione che Cassano, il mese scorso, ha fatto riguardo alla presunta presenza di compagni di squadra gay.

La UEFA, che evidentemente ha capito che certe enormità sono inammissibili anche nel mondo del calcio, ha multato il calciatore omofobo, che dovrà pagare quindicimila euro. Solletico, per uno che guadagna milioni di euro. Ma mettiamola così: è un segnale, timido, per far capire che certe discriminazioni non devono esistere.

Speriamo che quelle frasi non facciano molti danni, a cominciare dall’omofobia nelle scuole, dove questo sport e i suoi atleti hanno una grande fortuna. Quando rovini, senza saperlo, la vita di un adolescente non basterebbero tutti i soldi del mondo per porvi riparo. E speriamo che qualcuno a Cassano queste cose gliele spieghi.

Articolo completo | QUI

Fonte | elfobruno.wordpress.com

.