LE GABBIE. STORIE DI UNA TRANSESSUALE CATANESE

Il romanzo

Questo romanzo trae spunto dalla vera storia  di una transessuale catanese, di sembianze pienamente femminili e di rara bellezza, per parlare delle gabbiedella mente.

Le gabbie sono viste in chiave psico-matematica. Si tratta di un inedito modo di spiegare i condizionamenti mentali, sia da un punto di vista psicologico che sociologico.

Il racconto è un intrigante spaccato di vita intriso di contraddizioni, di passione, di amore, di morte e di speranza che non mancherà di sorprendervi e di coinvolgervi.

Che vuol dire psico-matematico?

L’800 è stato caratterizzato da varie rivoluzioni nel mondo della matematica, dalla scoperta delle geometrie non euclidee alle teorie di Cantor, che hanno dischiuso nuovi e più ampi orizzonti culturali e filosofici.

La scoperta di antinomie nelle teorie di Cantor, fatta da Bertrand Russell, costrinse i matematici del ‘900 ad interrogarsi sulla stessa natura della matematica e sulla logica di base con cui essa procede. Questo portò alla formulazione di teorie sulla genesi e sulla struttura delle cosiddette teorie formali. Dalle conclusioni a cui giunse Kurt Gödel prende le mosse la teoria o congettura, se preferite, sulle gabbie mentali.

Ma il romanzo fa una serie di considerazioni così noiose?

È un romanzo, non un saggio…

Il racconto della storia procede senza interferenze dell’autore che si limita a fare qualche considerazione nella premessa (da un punto di vista sociologico) e nella conclusione (da un punto di vista psicologico).

Articolo completo | QUI

Fonte | etlimoli.xoom.it