Al CENTRO ZO “IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO”

io mai niente con nessuno avevo fatto

 

VUCCIRÍA Teatro 
presenta
IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO
Uno spettacolo di Joele Anastasi
con
JOELE ANASTASI – ENRICO SORTINO – FEDERICA CARRUBA TOSCANO
 
aiuto regia NICOLE CALLIGARIS
costumi GIULIO VILLAGGIO
foto DALILA ROMEO
video GIUSEPPE CARDACI
 
Zo, Centro Culture Contemporanee 19-20-21 Aprile 2013
 
con il patrocinio di ROMA CAPITALE, per il suo impegno a favore della sensibilizzazione e dell’informazione su una tematica sociale importante come AIDS, diversità e tolleranza, patrocinato dalla LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids), GAYCS, ANDOS, ARCI GAY, CIRCOLO DI CULTURA OMOSESSUALE MARIO MIELI, DI’GAY PROJECT, GAY CENTER, STONEWALL.
Io, mai niente con nessuno avevo fatto” è inoltre inserito all’interno degli eventi “Verso il Pride” organizzati da Arcigay Palermo. La città di Palermo infatti quest’anno ospiterà a Giugno il Pride Nazionale.
 
SINOSSI:

Lo abbraccio e gli dico che gli devo dire delle cose molto importanti. Gli dico che io per lui, pure la femmina avrei fatto ..“.

Sicilia. “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” è la storia di Giovanni, incarnazione dell’ingenuità e della passione allo stato puro, dell’innocenza che supera tutte le barriere della conoscenza e dell’ignoranza: un pezzo unico di anima che dice tutto quello che pensa, che crede a tutto quello che gli viene detto. Giovanni è la forza e il coraggio di chi non riesce a vedere il mondo se non come uno spartito di note da danzare. L’istinto alla vita, alla sopravvivenza. Al di là della malattia. Al di là del male.
L’universo in cui gravitano i tre personaggi di questa pièce è un universo popolare. Uno scenario pieno di brutalità e d’istinto. Dove nulla è comandato dalla mente ma solo dall’impulso del corpo. Uomini che sono bestie, che sono angeli, che sono demoni.
La violenza si scontra con l’ingenuità, in un mare di brutalità, dove Rosaria, cugina di Giovanni, è tutto per lui. Sorella, fidanzata, madre e figlia.
C’è spazio per l’amore, c’è spazio per la rivalsa. Ma tutto ha un prezzo. Giovanni lo sconterà attraverso gli occhi ambigui e violenti e il corpo pulsante e focoso di Giuseppe, insegnante di danza, unico amore-amante di Giovanni.

Mi ha detto che ero un frocio di merda, che dovevo morire presto e che a ballare facevo schifo“.

Vuccirìa teatro ha inoltre indetto una Open Call di opere fotografiche per l’individuazione di alcune opere che comporranno la Mostra “TO BE POSITIVE – LA RISPOSTA POSITIVA AD OGNI DRAMMA UMANO“, a cura di Dalila Romeo e Giulio Villaggio, che sarà allestita nei locali del teatro. 13 le opere selezionate di 7 artisti differenti.
 Foto Dalila Romeo_IO,MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO (2)
Foto Dalila Romeo_IO,MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO (7)
Foto Dalila Romeo_IO,MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO (3)
Foto Dalila Romeo_IO,MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO (4)