Coppia gay nella pubblicità di Vodafone 4G

spot-gay-vodafone

Nel periodo della crisi, il settore della telefonia è uno dei pochissimi a “tenere botta”. Basti guardare le indagini di mercato, dalle quali si evince che l’italiano medio rinuncia alle cene al ristorante, agli abiti, ma spende buona parte dello stipendio in cellulari, soprattutto negli smartphone in grado di connettersi a Internet.

Basandosi sui dati relativi ai consumi, e dando un’occhiata ai vari target di consumatori, la Vodafone ha deciso di inviare un messaggio importante contro l’omofobia. E’ vero che per l’azienda si tratta di certo di un rischio calcolato, ben certa che gli utenti gay e gay friendly superino  per numero quelli omofobi, ma è comunque un evento importante: lo spot con protagonista la famiglia gay.

Conscia del fatto che il pubblico che apprezza le novità tecnologiche è formato per lo più da giovani sotto i 50 anni, Vodafone ha deciso di azzardare, utilizzando un forte messaggio a favore dei diritti LGBT  per presentare l’arrivo delle connessioni di quarta generazione, le cosiddette 4G. I ragazzi sono più aperti, più rivolti al futuro e in generale meno omofobi. E il fatto che lo spot sia commentato da Fabio Volo, idolo dei giovani e dichiaratamente gay friendly ormai da molti anni, rafforza ancora di più l’effetto dello spot.

Associare l’immagine di un’azienda vincente come Vodafone, peraltro ottima come ricezione anche nei posti più impervi, alla felicità di un  gruppo di persone gay, darà impulso alle lotte che in molti stanno già combattendo per ottenere la normalità: non diritti straordinari, non privilegi, ma soltanto l’uguaglianza, la normalità, appunto.

Arriverà il giorno in cui non si parlerà più di “coppia gay” o “coppia etero” ma di “coppia”. Quel giorno, dice Fabio Volo, forse è vicino:  “Magari invece è arrivata l’ora di avere coraggio”

 

Articolo completo | QUI

Fonte | pianetagay.com