TEORIA ED IDEOLOGIA “GENDER” NON ESISTONO! IGNORANZA E DISCRIMINAZIONI, INVECE SI!

gender

di Nadia Germano

 

Stonewall GLBT SR, Forum Terzo Settore Siracusa e Coordinamento Donne Siciliane contro la violenza stilano un documento congiunto per fare chiarezza sulla bufala gender.

Fare chiarezza, all’apertura dell’anno scolastico, sulla questione che tanto allarmismo sta suscitando da mesi, tra genitori ed insegnanti, circa l’inesistente teoria Gender. Vere e proprie bugie costruite ad arte, confermano i sottoscrittori del documento, diffuse su siti e testate on line di dubbia autorevolezza e su WhatsApp, attraverso messaggi allarmistici circa la possibilità di inserimento, nella riforma de “La buona scuola” del governo Renzi, di corsi GENDER, ovvero di corsi che prevederebbero: l’omosessualizzazione degli alunni, nonché improbabili lezioni di masturbazione o travestitismo che indurrebbero i bambini, addirittura, a scegliere di cambiare sesso!

A completare il quadro, già di per se a tinte fosche ci sarebbe la bufala più consistente di tutte e cioè che tali disposizioni sarebbero state estrapolate da un documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità!

Niente di più falso! Confermano, l’Associazione Stonewall GLBT Siracusa, il Forum Terzo Settore Siracusa (39 associazioni) e il Coordinamento Donne Siciliane contro la Violenza (19 associazioni in tutta la Sicilia) che per chiarire, una volta per tutte e nel dettaglio, l’inconsistenza di tali affermazioni hanno stilato e sottoscritto un documento congiunto.

Di seguito il documento ufficiale sottoscritto dalle 59 associazioni: 

TEORIA ED IDEOLOGIA “GENDER” NON ESISTONO! IGNORANZA E DISCRIMINAZIONI, INVECE SI!

Cari genitori, insegnanti ed educatori,
purtroppo da diverso tempo ormai circolano su Facebook, su siti e testate on line di dubbia autorevolezza e su WhatsApp, messaggi allarmistici circa la possibilità di inserimento, nella riforma de “La buona scuola” del governo Renzi, di corsi GENDER, ovvero di corsi che prevederebbero: l’omosessualizzazione dei vostri figli; lezioni di masturbazione o travestitismo che indurrebbero i bambini, addirittura, a scegliere di cambiare sesso! Il tutto sarebbe stato estrapolato da un documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità!

Ebbene, tutto questo NON E’ VERO! Proviamo quindi a fare chiarezza per evitare facili ed inutili allarmismi:
La teoria e l’ideologia del gender NON ESISTONO, esistono semmai gli “studi di genere” che sono ben altra cosa e che mirano a scardi-nare i cosiddetti “ruoli di genere” e che per intenderci e per semplificare rinchiudono maschi e femmine in “ruoli” specifici. Il RUOLO DI GENERE è ciò che, in base alla cultura, alle convenzioni sociali, alle convinzioni religiose ci si aspetta da un maschio o da una femmina in termini di comportamento. Ovviamente, essi variano a seconda del periodo storico, della cultura e dell’indottrinamento religioso ed influisco moltissimo sull’insorgere di pregiudizi e discriminazioni.

Quindi, ribadiamo che “Teoria e Ideologia Gender” sono il modo improprio e volutamente falsato e distorto in cui una parte del mondo politico e/o cattolico parla dei suddetti studi.

A proposito invece del documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Standard per l’ Educazione Sessuale in Europa – Qua-dro di riferimento per responsabili delle politiche, autorità scolastiche e sanitarie e specialisti) e gli articoli “incriminati” della nuova legge sulla scuola, basterebbe prendersi la briga di leggerli per scoprire che: non vi è nessun riferimento a corsi di masturbazione o “induzione al sesso; l’art. 16 della LEGGE 13 luglio 2015, n. 107 recita esattamente: “il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei princìpi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni” . Altro che inventata teoria gender!

Quanto sopra descritto è stato confermato dal MIUR nonché da psicologi e sessuologi e dai rispettivi ordini e ovviamente può essere riscontrato leggendo per intero i documenti a cui si riferiscono in assoluta malafede e con grado di ignoranza senza eguali coloro che hanno infangato quella che altro non è che “Educazione alle differenze” ovvero il lavoro per la creazione di scuola realmente “aperta” ed inclusiva rispettosa di tutte le cosiddette diversità, dove nessuno possa essere insultato, deriso o escluso perché considera-to appartenente al “sesso debole”, perché ha un colore diverso della pelle, perché non è cattolico, perché è diversamente abile, perché si sente attratto da una persona del suo stesso sesso o semplicemente perché viene ritenuto un “diverso”.
Per coloro che volessero saperne di più:

 LEGGE 13 luglio 2015, n. 107 | QUI

 Standard per l’Educazione Sessuale in Europa | QUI

 Teoria e ideologia gender —Tutta la verità | QUI

 

Vi invitiamo inoltre a partecipare alla seconda edizione dell’incontro nazionale “EDUCARE ALLE DIFFERENZE” che si terrà a Roma il 19 e 20 settembre 2015 di cui troverete info e dettagli  | QUI

 

Non vi è alcun appiglio se non la propria volontà di vedere ciò che non c’è
perchè, come diceva Albert Einstein: “ la mente è come un paracadute: funziona solo se si apre”.

 

Sottoscritto da:

Stonewall GLBT Siracusa
Forum Terzo Settore Siracusa
A.G.C.I- Associazione Generale Cooperative Italiane; Ada Associazione per i Diritti degli Anziani; Adiconsum Associazione difesa consumatori; Agire Solidale; Aics Associazione Italiana cultura e sport; Aism Asso-ciazione Italiana Sclerosi Multipla; Amici dell’Hospice Siracusa; Anffas Ass. Naz. famiglie di persone con disabilità intellettiva relazionale Onlus Palazzolo; Anmil Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro; Anolf Associazione nazionale oltre le frontiere; Anteas Associazione nazionale tutte le età attive per la solidarietà; Arci Siracusa; Zuimama affiliata Arciragazzi; Arcisolidarieta’ Siracusa; Assofadi Onlus Ass. familiari disabili; Auser Provinciale Siracusa autogestione servizi; A.V.O. Associazione Volontari Ospedalieri; C.I.A.O. Centro Interdisciplinare Ascolto Oncologico Onlus; C.I.R.S. Comitato Italiano per il Reinserimen-to Sociale; Confcooperative Siracusa; Consiglio Centrale Societa’ San Vincenzo De Paoli di Siracusa ;Crt Fitel Federazione Italiana Tempo Libero;Centro Antiviolenza-Antistalking “La Nereide”;Centro Sportivo Italiano; Cuore Di Mamma G.R.E.S.S.;Il Difensore della Famiglia dell’infanzia e dell’adolescenza;Gruppo mamme a Siracusa; Il Difensore della Famiglia, Infanzia e Adolescenza; In-Dipendenza;Insieme per Ciao;Istituto Netum; Lega delle Cooperative; Luciano Lama O.N.G. Onlus; Mareluce Onlus; Oltre-Centro Ascolto Oncologico Simultaneo; Opera Nazionali Mutilati Invalidi Civili; Rete Centri Antiviolenza di Raffaella Mauceri; Stonewall lgbt; Teatro dei Princìpi
Coordinamento Donne Siciliane contro la violenza
Rete Centri antiviolenza di Raffaella Mauceri; Centro a.v. Calypso–Biancavilla; La Clessidra–San Piero Patti; Gruppo D più – Comiso; Stop violenza donna – Trapani; Albanuova – Caltagirone; Vita Nuova – Favara; Centro Servizi Donne – Ragusa; Donne a Sud – Vittoria; “Azalea” Santa Margherita in Belice (Ag); Comunità Cusmano – Sciacca; Casa Serenità – Salaparuta; Centro a.v. “Fiore di loto” Salaparuta; La casa di Venere – Marsala; S.O.S. Donna – Ficarazzi; Centro a.v. Agave – Lentini – Carlentini – Francofonte; Centro a.v. Nesea – Augusta; Centro a.v. Doride – Avola; Stonewall – Siracusa; La Mimosa – Mazara del Vallo; “Galatea onlus” Caltanissetta

Il file del documento da scaricare e condividere cliccando  | QUI