GLI OMOFOBI? LESBICHE E GAY REPRESSI

Quante volte ci diciamo che spesso i peggiori nemici dei gay sono i gay stessi? E quante volte ancora ci è capitato di dire di qualcuno con atteggiamenti omofobi che probabilmente ha problemi irrisolti col suo orientamento sessuale?
A quanto pare d’ora in poi potremo davvero dirlo con cognizione di causa. Infatti secondo un recente studio portato avanti da alcuni psicologi inglesi e americani dell’Università di Rochester e di Essex e della University of California di Santa Barbara le persone più portate ad aggredire verbalmente e fisicamente lesbiche e gay sono coloro che non hanno potuto vivere liberamente il proprio orientamento sessuale e provengono da una famiglia in cui non è stato permesso loro di vivere come avrebbero voluto la loro sessualità.

Ad un certo punto della loro vita queste persone si sarebbero trovate ad un bivio: affermare serenamente il proprio orientamento sessuale e perdere i propri affetti e l’approvazione della società o, al contrario,  rinunciare di fatto alla propria piena realizzazione assecondando l’autoritarismo dei genitori e le imposizioni dell’ambiente in cui sono cresciuti.

Ma come si misura e come si scopre da dove viene l’omofobia? In quattro diversi momenti a quattro gruppi di universitari statunitensi e tedeschi che hanno partecipato alla ricerca sono stati somministrati questionari, son state mostrate immagini e sono stati sottoposti test psicologici in grado di stabilire da una parte il reale orientamento sessuale dei soggetti, a dispetto di quello dichiarato, e dall’altra il loro livello di accettazione (o avversione) dell’omosessualità. Lo studio non solo ha confermato quanto ci si aspettava, che spesso gli omofobi sono a loro volta lesbiche e gay che odiano gli altri omosessuali perché ricordano loro quella parte di sé alla quale hanno dovuto rinunciare, ma anche che la loro avversione nasce e cresce durante l’infanzia e si sviluppa nell’adolescenza all’interno della famiglia d’origine ed a partire dall’educazione sessuale che ricevono all’interno della stessa.

Articolo completo | QUI

Fonte | mariomieli.net

.