OMOFOBIA, BOCCIATO IL TESTO BASE BLOCCATO DA ASSE PDL-LEGA-UDC

La legge respinta dalla Commissione Giustizia della Camera. Concia: “La battaglia del Pd e dell’Idv continuerà in Aula dove per la terza volta chiederemo di approvare una norma di civiltà di cui il nostro Paese ha bisogno”. Grillini: “Italia in controtendenza europea”. Idv: “Destra guida lobby omofoba”

ROMA – La Commissione Giustizia della Camera ha respinto, con i voti dei rappresentanti di Pdl, Lega e Udc il testo base per una nuova legge contro l’omofobia e la transfobia, che prevedeva l’estensione della legge Mancino e che era stato adotatto con i voti di Pd e Idv. “Ancora una volta la lobby omofoba si è espressa contrariamente alla nostra proposta di legge che prevedeva il contrasto dei comportamenti dettati da omofobia e transfobia. Proposta che perseguiva il suo obiettivo attraverso l’estensione della legge Mancino, quella che punisce i comportamenti razziali”, ha scritto in una nota il deputato Idv Federico Palomba, capogruppo in commissione Giustizia, che ha annunciato battaglia in aula.

Anche per la parlamentare Pd anna Paola Concia, promotrice della nuova legge e leader del movimento omosessuale, la battaglia continuerà in Aula: “Pdl, Lega e Udc hanno votato contro, con le sole astensioni di Carfagna e Ria. Mentre il partito democratico e l’Italia dei Valori, che avevano proposto lo stesso identico testo normativo, hanno votato a favore. La battaglia del Pd e dell’Idv ovviamente proseguirà in Aula dove, per la terza volta, chiederemo di approvare una norma di civiltà di cui il nostro Paese ha assolutamente bisogno”.

Articolo completo | QUI

Fonte | repubblica.it