“STONEWALL 50…in Poi” – A Palazzolo, l’11 agosto, un evento culturale dedicato ai moti che cambiarono la storia del movimento LGBT+

 

Cinquantuno anni fa a New York l’irruzione della polizia nello Stonewall Inn,un bar gay nel Greenwich Village, accende una forte protesta passata alla storia come “la rivolta di Stonewall” e diventa la data di nascita del movimento LGBT+ negli Stati Uniti e poi nel mondo.
A quei moti è dedicato l’evento “Stonewall 50…in Poi”, organizzato per martedì 11 agosto, a Palazzolo Acreide, dall’Associazione Culturale Dahlia, presso l’agriturismo “Il Melograno”, in contrada Poi, Palazzolo Acreide (SR) e
giunto alla seconda edizione.

DAHLIA nasce con la voglia di guardare in faccia la realtà, senza veli e ipocrisie, portando avanti temi scomodi ma che è necessario affrontare se si vuole vivere in una società degna di essere chiamata civile. Da due anni cura insieme alla Fondazione e al Coordinamento Giuseppe Fava il Premio Giornalistico “Giuseppe Fava” Giovani, coinvolgendo gli studenti della scuola elementare e media inferiore in un concorso letterario, artistico e fotografico dedicato al giornalista di origini palazzolesi. Da sempre gli interessi e le occasioni di riflessione collettiva organizzati dall’associazione vertono sulla legalità, sui diritti umani e civili, sulle donne e, non ultimo, sui diritti dellacomunità LGBTQ+.

L’evento, dopo il successo dello scorso anno che ha ospitato circa 200 persone provenienti da tutta la Sicilia orientale, si articolerà in dibattiti, musica, arte e, fiore all’occhiello della serata, la performance del noto attore di origini palazzolesi Marco Paolo Puglisi. Tre i focus previsti, dedicati all’identità di genere, alla disforia ed ai rischi montanti dell’omofobia e della dilagante cultura dell’odio, con seminari e dibattiti di altissimo livello.
Un programma fittissimo, una kermesse che scommette con coraggio sulla coniugalità dell’approfondimento con l’allegria, superando cliché e stereotipi e guardando senza paura a una società in epocale cambiamento.

Interverranno: Arcigay Siracusa, Stonewall GLBT Siracusa, Agedo Ragusa, Arcigay Ragusa, L’altra Prospettiva Cineforum ELGBTQ+, Giosef Siracusa, No Hate Speech, Arcigay Catania, Arcigay Roma, Circolo di Cultura
Omosessuale “Mario Mieli” di Roma, Campagna Nazionale “Da’ Voce al Rispetto”, Amnesty International.

Di seguito il programma dell’evento.
Ore 17.00: seminari con le insegnanti e gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado sui temi:
“Le omofobie a scuola: un dispositivo plurale”, a cura del professor Giuseppe Burgio, docente dell’Università Kore di Enna.
– “L’educazione di genere presso la scuola dell’infanzia e primaria”, a cura della dottoressa Luisa Chiarandà, pedagogista ed esperta di educazione di genere. Interverrà Simone Maiorca, responsabile commissione LGBTQ+ di Giosef Siracusa e attivista di No Hate Speech.
Ore 18.15: Convenzione di Stonewall 50…in Poi” a cura dell’Avv. Antonio Cappello.
Ore 18.30: proiezione di un cortometraggio a cura de “L’altra Prospettiva- Cineforum ELGBTQ+”.
A seguire, “Odio fuorilegge: tavola rotonda sulla legge Zan”, con Alessandro Bottaro (presidente di STONEWALL GLBT- Siracusa), Valerio Colomasi Battaglia (presidente del Circolo di Cultura Omosessuale “M.Mieli” di
Roma), Emanuela Corallo (referente di Agedo Ragusa), Emanuele Micilotta (vicepresidente di Arcigay Ragusa), Emanuele Liotta (segretario di Arcigay Catania), Daniele Russo (referente Campagna Nazionale “Da’ Voce al Rispetto”), Lucia Scala (presidente di Arcigay Siracusa), Natya Migliori (presidente dell’Associazione Culturale Dahlia). Modera Dario Accolla, blogger e scrittore.
Ore 19.30: Apericena al tramonto
Ore 20.00: incontro- dibattito Partiamo da T: identità e corpo sociale”.
Moderano il prof. Cirus Rinaldi, docente di sociologia dell’università di Palermo e Rino Caracò, Fotografo freelance e responsabile tematiche LGBTQ+ per Dahlia. Testimonianze di Nat Osman, Genny Cultrone, Lele
Russo (avvocato e consigliere di Arcigay Catania).
Ore 22.00: Performance teatrale “Il domatore un po’ così”, con Marco Paolo Puglisi
Dalle ore 23.00: intrattenimento musicale.

Madrina dell’evento la fashion designer, stylist e dj, Cori Amenta, che parteciperà al dibattito sull’identità di genere.

È previsto un contributo responsabile e consapevole di 10 euro (aperi- cena incluso), 5 euro per gli studenti e gli under 20.
L’evento, che seguirà meticolosamente le norme di sicurezza anticovid, è strettamente riservato ai soci Dahlia, con possibilità di tesseramento in serata.

MAGGIORI INFO E DETTAGLI sulla fan page ufficiale dell’associazione culturale Dahila.